Valdera Acque
La produzione di energia
 

Dalla fermentazione batterica in anaerobiosi (assenza di ossigeno) della parte organica dei rifiuti si genera anche un gas, comunemente definito biogas, che viene captato attraverso un articolato sistema di camini trivellati entro il corpo di discarica e/o dreni superficiali, tutti collegati ad una pipeline ad anello, e convogliato alla centrale di produzione di energia elettrica da immettere nella rete ENEL (una volta detratta la parte necessaria alla conduzione degli impianti ausiliari).
Tale centrale è composta da un sistema di trattamento del biogas e da due motori endotermici provvisti di alternatore elettrogeno, nonché di una vera e propria cabina elettrica di trasformazione e di controllo computerizzato dei processi d’impianto.

Il "Progetto di generazione di energia elettrica da rifiuti" si inserisce nel quadro del Piano Energetico Nazionale che ha tracciato le linee guida per ridurre la dipendenza italiana sulle importazioni di prodotti petroliferi per i propri bisogni energetici, incoraggiando il risparmio energetico, la diversificazione delle fonti di carburanti e la riduzione delle emissioni inquinanti, tendendo sempre più a privilegiare la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il caso della discarica della Ecofor Service, connesso con la produzione al suo interno di gas di origine biogenica, rientra nelle incentivazioni di cui alle premesse, dato che il gas captato dalla discarica, opportunamente trattato, può essere utilizzato come combustibile in motogeneratori di energia elettrica così come previsto dall’art. 2 del D.Lgs. n° 387/2003.

L’impianto è stato oggetto di Qualificazione IAFR (Impianto Alimentato da Fonte Rinnovabile) al n° 3243, con lettera GSE (prot. n° P2 0000027995) ed è stato approvato anche dalla Provincia di Pisa con D.D. n° 5234 del 2.12.08. I Motogeneratori Genset Jenbacher JGS 312 GS-LL consentono di mantenere le concentrazioni degli inquinanti presenti nei prodotti della combustione ampiamente al di sotto dei limiti di legge (D.Lgs. n.152/06 alla PARTE QUINTA, Allegato I, parte III - potenza termica nominale installata ≤ 3 MW). Il contenimento dei NOx nei gas esausti viene raggiunto impostando sulla macchina il Sistema LEANOX (a combustione magra), dove il controllo della temperatura in camera di combustione e del rapporto tra l’effettiva aria immessa in questa e l’aria stechiometrica necessaria alla combustione stessa, limitano la formazione di tali composti. Invece, il contenimento entro i limiti imposti dalla normativa per quanto riguarda il CO ed il TOC viene garantito dall’equipaggiamento aggiuntivo del motore endotermico con un sistema di trattamento termico dei gas di scarico denominato CL.AIR.